Responsive image

IN AFRICA GLI ATTIVISTI PER I DIRITTI LGBTI SONO PREOCCUPATI PER L'EFFETTO TRUMP

IN AFRICA GLI ATTIVISTI PER I DIRITTI LGBTI SONO PREOCCUPATI PER L'EFFETTO TRUMP

Dakar, Senegal - L'attivista per i diritti umani Giuseppe Achille Tiedjou si dichiara spaventato, in Camerun rischia ogni giorno violenze, aggressioni ed arresti.

In Africa la difesa delle persone LGBT può essere molto pericolosa, perché molti paesi applicano ancora leggi contro l'omosessualità. Negli ultimi anni gli attivisti sono usciti dall'ombra, incentivati dal sostegno dell'amministrazione Obama e dalla comunità internazionale che ha dato loro notevole supporto.

Ora però, molti temono che l'amministrazione Trump penalizzerà tutti quei vantaggi ottenuti con molta fatica e che così facendo saranno maggiormente esposti alla discriminazione e diventeranno più vulnerabili senza alcun supporto.

Il trentaduenne Tiedjou ha affermato di avere molte preoccupazione rivolte alla nuova amministrazione, indicando il divieto di Trump all'accesso al servizio militare per le persone transgender negli USA. Continua dicendo che "Obama era noto per essere molto impegnato sul fronte dei diritti delle persone LGBT insieme ad Hilary Clinton e ha fatto notare che aveva dato molte garanzie riguardo questi temi, per poterli affrontare in modo specifico".

L'amministrazione Obama ha fatto una grande politica per i diritti LGBT sia sul fronte nazionale che estero, anche se alcuni paesi dell'Africa lo hanno visto come promotore di "ideali occidentali" è stato in grado di creare una posizione speciale per gli attivisti dei diritti LGBT. L'amministrazione Trump sostiene che manterrà gli accordi raggiunti, ma dopo gli ultimi avvenimenti le preoccupazioni rimangono.

Reid afferma che se la politica estera dell'amministrazione Trump sui diritti delle persone LGBT resta tutt'oggi da chiarire, l'erosione dei progressi nazionali mina l'autorità degli Stati Uniti soprattutto a livello internazionale.
Nomina anche i "funzionari apertamente omofobi" nelle posizioni del governo.

Gli Stati Uniti hanno recentemente aderito, assieme ad una dozzina di altri paesi al voto contrario di una risoluzione del Consiglio dei Diritti umani U:N che aveva invitato le nazioni a non utilizzare la pena di morte, anche nei confronti delle relazioni consensuali fra le persone dello stesso sesso. Questa mancanza di appoggio crea maggior allarmismo ed il portavoce del dipartimento di Stato Heather Nauert ha detto che il voto ha creato ampie preoccupazioni per l'approccio alla risoluzione che condanna la pena di morte, ed ha sottolineato una certa riluttanza del governo americano a sostenere la parità dei diritti nei confronti della comunità LGBT.

Secondo Amnesty International gli atti sessuali consensuali fra persone dello stesso sesso sono illegali in 33 paesi africani e possono portare a condanne molto dure , come la pena di morte, in almeno quattro paesi , tra cui la Mauritania, il Sudan, la Nigeria settentrionale e la Somalia meridionale.

L'omosessualità viene criminalizzata nei paesi dell'Africa orientale come in Uganda, il Kenya e la Tanzania. in Tanzania le autorità hanno recentemente arrestato i fornitori di servizi sanitari di alcune organizzazioni non governative perché davano supporto e aiuti alle persone LGBT.

Il Camerun, un forte alleato degli Stati Uniti nella lotta contro l'estremismo, Human Rights Watch ha documentato elevati arresti fra le persone LGBT.

Le leggi anti-gay dell'epoca coloniale sono ancora in vigore in Ghana e vengono implementate di volta in volta ad un livello più elevato di intolleranza sociale e di violenza famigliare che già è perpetrata nei confronti della comunità LGBT.

Human Rights Watch sostiene che in Senegal, la violenza è diretta alla comunità LGBT con arresti e violenze.

Françoise Petuel ricercatore di Amnesty International ritiene che nonostante il blocco di progressi che riguarda alcuni paesi altri stanno progredendo . la Commissione africana sui diritti umani e dei diritti del popolo nel 2014 ha adottato una risoluzione che condanna fermamente la violenza e la discriminazione nei confronti del persone gay, lesbiche, bisessuali , transgender. La costituzione del sudafrica protegge in modo specifico i diritti delle persone LGBT e consente il matrimonio fra le persone dello stesso sesso.

Gli Stati Uniti hanno fornito sostegno per l'HIV/AIDS e molti altri programmi che hanno permesso ai gruppi per i diritti dei gay di unirsi in alcuni paesi africani subsahariani. Patuel ha sollecitato che tale sostegno non venga abbandonato o revocato sotto l'amministrazione Trump.

Nel Mali, l'attivista e giornalista N'Deye Traore ha detto che i social media sono stati utilizzati per incitare l'odio nei confronti della comunità LGBT, scoraggiando le persone a sostenere pubblicamente un cambiamento e costringendo molte persone a vivere nascoste e col rischio di esposizione a malattie sessualmente trasmissibili come HIV/AIDS.

Traore ha detto che l'esempio che sta imponendo ai paesi l'amministrazione Trump preoccupa, la vita degli esseri umani deve essere rispettata, ed invita il presidente americano alla tolleranza verso la comunità per uno sviluppo sostenibile dell'America e in tutto il mondo.

 

International Support - Human RIghts

E-mail :isp.uganda@hotmail.com